Ti trovi in: Home  »  APD San Paolo Ostiense  »  San Paolo Ostiense Basket  »  BASKET, la nuova vita di Tommaso Gini alla IMG Academy

BASKET, la nuova vita di Tommaso Gini alla IMG Academy



 

In questa estate un altro pezzo di San Paolo è volato oltreoceano. Si tratta di Tommaso Gini, ex ala della Serie C che farà parte della IMG Academy. Lo abbiamo raggiunto per farci raccontare i primi giorni di questa nuova esperienza:


"Il posto dove mi trovo è la IMG Academy di Bradenton (Florida) che ha come principale scopo quello di preparare gli atleti a livello sportivo e scolastico per il college.

Una cosa che differisce dal nostro sistema è sicuramente la possibilità di studiare e di seguire diversi corsi, i miei sono tutti "Prep college”, e allo stesso tempo giocare a basket ad altissimo livello. La vita è sicuramente molto stressante, ma quando inizi a vedere i primi risultati, a livello accademico e sportivo, anche nel giro di poche settimane, riesci a mantenerti motivato e a caricarti positivamente".


Come si svolge la tua giornata tipo? "Sveglia alle 6 e 30. Colazione alle 7. Lezione dalle 7:30 fino alle 12:30. Pranzo alle 13 e a seguire la parte sportiva con allenamento dalle 14 alle 16:30 e lavoro fisico dalle 16:30 alle 17:30. Si cena presto, alle 19 e dopo si studia per il giorno dopo".


Sul campo quali differenze hai trovato rispetto agli allenamenti che facevi qui? "A livello di allenamenti ho notato grandi differenze nella parte atletica rispetto all’Italia. L’allenamento fisico “Physical Conditioning” viene fatto 4 volte a settimana e si diversifica tra lavoro in palestra, principalmente gambe e parte sopra, e lavoro sul campo da Football (cosidetto “turf work”) dove si lavora principalmente sulla corsa, gli scatti, i salti e in generale lavori di maggiore dinamismo. Sul campo invece gli allenamenti sono altrettanto duri, nei quali vige la mentalità americana del “beat the drill”, vincere l’esercizio. Infatti i coach cercano di spronarci al massimo per vincere qualsiasi mini competizione avvenga all’interno dell’allenamento, chi perde corre, alla fine anche tanto.

Differenza a livello di gioco è sicuramente la velocità con cui devono essere eseguiti sia i fondamentali che gli schemi. Un esempio è il forte lavoro ed interesse che viene dato alla transizione offensiva. In poche parole, l’atletismo la fa da padrona.

Squadra staff e allenatori sono stati tutti molto accoglienti, simpatici e postivi nei confronti del lavoro che si cerca di proporre ed ad ogni singolo allenamento.

Altra cosa che mi è saltata all’occhio è la disciplina che i coach pretendono venga rispettata in tutte le attività che si fanno, dalla scuola al basket. Un esempio lampante è arrivare nei perfetti orari in cui gli appuntamenti vengono dati. Sgarare anche addirittura di un solo minuto porta ad una severa sanzione anche per tutta la squadra".

"Per il resto sono molto carico e non vedo l’ora di cominciare il campionato che inizierà nei primi di ottobre e misurarmi con il basket americano in competizioni ufficiali.

Infine volevo ringraziare Carlo e tutto lo staff di San Paolo e la squadra di C Gold perché mi hanno aiutato a far realizzare questo mio sogno, lavorando forte su di me per due anni e aiutandomi a maturare come giocatore e persona".



Un grosso in bocca al lupo Tommy, siamo certi che ti farai valere anche negli States.


Chiedi informazioni Stampa la pagina