Ti trovi in: Home  »  Scuole Sportive  »  Scuola Calcio  »  CALCIO, istruttori al seminario di FUTVAL. Presente anche Zambrotta: "Vengo da un oratorio anche io"

CALCIO, istruttori al seminario di FUTVAL. Presente anche Zambrotta: "Vengo da un oratorio anche io"





"Lo sport è importante, perché insegna a giocare in squadra. Lo sport salva dall'egoismo, aiuta a non essere egoista. Per questo è importante lavorare in squadra, dove ognuno è più persona. E giocando in squadra, la competizione è seme di pace, invece di essere guerra". Papa Francesco.


Una giornata di calcio, di sport ed educazione. Nella mattina di oggi, mercoledì 12 ottobre, il 'San Paolo Ostiense' ospita il Seminario Per formatori Futval (calcio con valori), promosso dal CSI e dall'iniziativa di Papa Francesco Scholas.


Dopo una prima parte molto teorica, in cui vengono forniti alcuni dei concetti base, il gruppo di lavoro si sposta sul campo. Al 'Mario Antonucci' gli istruttori diventano bambini per un'ora, nella quale si prestano per alcuni esercizi di Futval preparati ad hoc. Nel frattempo arrivano anche Aldair e Zambrotta, campione del Mondo con l'Italia nel 2006.


Infine si ritorna in teatro, dove intervengono varie personalità, alcune anche molto vicine al Santo Padre. L'ultimo a prendere il microfono in mano è l'ex terzino Gianluca Zambrotta, che parla della sua esperienza prima di rinnovare a tutti l'appuntamento a questa sera allo Stadio Olimpico:


"Sono nato e cresciuto in un piccolo oratorio. L'educatore è importante nella crescita di un ragazzo. Il primo valore che bisogna far passare è quello del sacrificio. Io ho iniziato da poco a fare l'allenatore, non è facile perché ci sono tante responsabilità".


Al termine sono stati consegnati degli attestati ai partecipanti.


Chiedi informazioni Stampa la pagina