Ti trovi in: Home  »  APD San Paolo Ostiense  »  San Paolo Ostiense Nuoto  »  Nuoto, Finali Regionali Invernali “Esordienti A”: il San Paolo c’è!

Nuoto, Finali Regionali Invernali “Esordienti A”: il San Paolo c’è!



 

Si è conclusa con le finali nel centro federale di Ostia del 9 Aprile l’attività regionale invernale degli Esordienti “A” (attività svolta totalmente in vasca da 25 mt) dove la pattuglia del San Paolo, guidata magistralmente dal nostro coach Marcello, ha riportato risultati di tutto rilievo, anche in considerazione del novero delle società partecipanti e del numero di atleti che si sono presentati all’epilogo finale.


Il successo del gruppo sanpaolino è testimoniato dall’ottavo posto generale su 44 società presenti, di cui alcune, quelle che ci precedono appunto, con un numero doppio di atleti presenti. Società che possono contare su un’organizzazione di reclutamento di atleti provenienti da più impianti da loro gestiti e, quindi, con maggiori possibilità di scelta di tesserati rispetto alla nostra piscina. I risultati parlano di 5 titoli regionali ed una serie di prestazioni e piazzamenti che testimoniano la qualità del lavoro svolto dal gruppo.


Quattro dei cinque titoli regionali sono stati appannaggio della nostra punta di diamante, Eleonora Rossetti, che ha regolato le avversarie con grande autorità e con tempi eccellenti nei 100 e 200 delfino nei 400 misti e negli 800 stile libero. Tempi molto vicini ai limiti di partecipazione ai campionati nazionali. La nostra rappresentante ormai spazia da velocità a mezzofondo e fondo con grande facilità di esecuzione e variazione di gesti tecnici e tattica che la rendono un’atleta unica nel suo genere. Ho avuto il piacere di osservarla nella gara degli 800 sl dove ha sfoggiato capacità tattiche notevoli, il momento del controllo delle avversarie, il momento dell’attacco per aumentare il distacco, il momento della gestione delle energie per la progressione finale. Un comportamento da veterana.


L’altro titolo regionale incamerato dal San Paolo porta il nome di Marco Rossi, atleta dotato di grinta e determinazione infinite, che si è imposto nella gara dei 1500 sl, la gara di fondo per antonomasia, dove ha effettuato una grande prestazione cronometrica dominando e regolando gli avversari dal primo all’ultimo metro con la tenuta di un passo gara per certi versi devastante, nonostante gareggiasse con coetanei la cui prestanza fisica fosse superiore alla sua.


Ma la cosa che fa ben sperare per il futuro è la prestazione del gruppo intero capace nella sua totalità di migliorare i propri personali ed arrivare in qualche caso ad un passo dal podio come nel caso dello stesso Marco Rossi e di Matteo Raschielli nelle prove di velocità. Molto bene anche Fabiana Di Gioia che nella finale degli 800 sl vinta dalla compagna Rossetti ha sfoderato un’ottima prestazione finendo all’11° posto dopo essere entrata con l’ultimo tempo utile (il 16°), pur essendo di anno di nascita svantaggiato rispetto al resto delle concorrenti. Non vanno per nulla trascurate le prestazioni degli altri componenti maschi del gruppo da Giulio Colaneri a Riccardo Carapellese, da Davide Zungoli ad Alessio Carlucci, e quelle delle altre ragazze, da Lavinia Lo Bosco a Malika Dribine, da Camilla Raschielli a Maria Luna Farah, a loro i complimenti per avere comunque abbassato i loro limiti personali.


Se il buongiorno si vede dal mattino...


Daniele Amato  



Chiedi informazioni Stampa la pagina